Corso Estivo 2019 - Summer Masterclass

Il prossimo Corso Estivo di Organo e Cembalo si arricchisce della presenza di due nuovi docenti:

 

Mario Lacchini, per un corso di Flauto Traversiere barocco, Flauto dolce, pensato anche per flautisti moderni, per principianti e professionisti.

 

Nora Tabbush, per un corso di Vocalità Barocca, aperto a principianti e a professionisti.

 

Iscrizioni entro il 31 luglio 2019

 

È già disponibile il programma e il modulo di iscrizione scaricabile

 

REGOLAMENTO E SCHEDA DI ISCRIZIONE / APPLICATION FORM
Presentazione del Corso, Regolamento e scheda di iscrizione
Presentación del Curso, Reglamento y módulo de inscripción
corso estivo organo cembalo 2019.pdf
Documento Adobe Acrobat 314.1 KB

Summer masterclass in Organ, Harpsichord, Baroque flute, Baroque singing

Where: in Tarquinia, Italy

When: 21-25 august 2019

Teachers: Luca Purchiaroni, Mario Lacchini, Nora Tabbush

registrations up to 31st of July 2019

 

Curso de verano en Órgano, Clave, Flauta barroca, Canto barroco

Dónde: en Tarquinia, Italia

Cuándo: 21-25 agosto 2019

Docente: Luca Purchiaroni

inscripción dentro del 31 de Julio de 2019

 

è anche possibile inviare l'iscrizione tramite il seguente modulo:

Vai alla pagina che contiene una SELEZIONE DI MUSICHE adatte al corso, tutte da scaricare.

 

 

Per qualsiasi comunicazione, richiesta di chiarimenti o altro si prega di scrivere qui:

Contatti / Contacts / Contacto:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti

<script type="text/javascript" src="https://form.jotformeu.com/jsform/91036866643362"></script>

*** MORE DETAILS ***

 

Where is the course done?
The course takes place in the town of Tarquinia which is about an hour and half north of Rome by train. It is a lovely Italian village, and very important from a historic viewpoint, because it was one of the city states of the Etruscan civilization. In fact there is an excellent small museum with artifacts in town, and in the outskirts the necropolis of Tarquinia where you can go down and see the tombs…Something well worth doing. 
How does the course work?
Well, each student (whatever level) chooses several pieces that have been working on to bring to the workshop. There has to be one of harpsichord, and one of pipe organ, or 2 of each. These pieces will be reviewed with the teacher with the other students sitting around, as Luca gives his input on how to play the piece, or improve it, or ornaments, etc. Then, on the final day, there is a public concert, where each student performs one harpsichord piece, and one organ piece.
Where do we practice?
Ther will be two harpsichords and one spinet, and the town has several pipe organs we are given time slots to practice. 
What does the course cost?
The cost is 35 euros for registration which goes to the organization, and 120 euros for the course, which for 5 days is pretty good. The course starts Wednesday morning, with recess for lunch and dinner, and is till Sunday evening when the public concert occurs. 
Where to stay?
We can all get an airbnb or stay with the nuns who have lodging for 40 euros a night for 3 meals, individual rooms or doubles and usually an individual bathroom. The meals are simple, but good for the price. Needless to say, there are restaurants and supermarkets in the town of Tarquinia. I am finding out about staying with the nuns, if they have lodging.  The alternative is airbnb, and renting an apartment for the 3 of us, which is also quite reasonable.

Corso Estivo 2018 - Summer Masterclass

E anche il VI Corso Estivo di Organo e Cembalo si è felicemente concluso, domenica 26 agosto a Tarquinia, con un applauditissimo concerto degli studenti che si sono alternati all'organo e al cembalo. L'evento ha avuto luogo per la prima volta nel Santuario della Madonna Ss. di Valverde, dove è stato suonato il pregiatissimo organo Morettini del 1857 appena restaurato. L'edizione di quest'anno si è arricchita della presenza di un famoso flautista barocco, il milanese Mario Lacchini, che ha suonato il giorno prima nella suggestiva cornice del chiostro rinascimentale del convento delle Benedettine, a lume di candela, insieme al docente Luca Purchiaroni al clavicembalo. L'eccellente flautista si è anche prestato, durante la Masterclass e al concerto finale, all'esecuzione di sonate con il basso continuo, per i corsisti che volevano perfezionarsi in questa arte dell'accompagnamento. Di diversa provenienza geografica (Carlos è tornato per la seconda volta da Miami per frequentare il corso) e di ogni età, i sette studenti, con l'impegno profuso in questi cinque giorni di studio intensivo, hanno tetimoniato quanto questa passione per la musica antica sia sentita in modo trasversale, oggi come ieri. Il programma prevedeva musiche rinascimentali e barocche di non facile esecuzione e ha regalato momenti di emozione per chi suonava e di commozione per chi ascoltava, nonché enorme soddisfazione per il docente e l'Associazione Sound Garden che ha organizzato l'evento.

Commenti sul Corso/ Comments to the masteclasses

 

<< I highly recommend this summer workshop for keyboard enthusiasts of all levels. I am a beginner and attended last summer’s course an had a wonderful time. I learned so much about baroque keyboard music and how to interpret a piece depending on whether I am playing a harpsichord or a pipe organ. Luca is an excellent instructor and makes you feel right home whether you speak Italian, Spanish or English. His mastery of the teaching,encouraging, and knowledge of this wonderful period of music is outstanding! The collegiality and support of fellow students is also very good, resulting in new friendships. Sign me up, see you all in August! Thank you Maestro Purchiaroni for the opportunity to attend again!>> (Carlos)

 

<<Il corso estivo di organo e cembalo del Maestro Luca Purchiaroni è una fantastica esperienza di cinque giorni nella quale un musicista di qualsiasi livello può immergersi nei repertori barocchi che caratterizzano questi due splendidi strumenti e comprenderne il linguaggio e le sfumature. La splendida città di Tarquinia inoltre con il suo centro storico e i suoi numerosi organi offre un fantastico sfondo entro il quale lo studente si può muovere, infatti le lezioni si svolgono sempre in chiese differenti ma a breve distanza l'una dall'altra, conseguendone quindi delle splendide passeggiate in un ambiente unico. Il Maestro con la sua dedizione e preparazione sarà in grado di trasmettervi delle conoscenze che vi renderanno dei musicisti migliori e che vi ritorneranno sempre utili! Come studente che ha partecipato a tutte le edizioni non posso fare altro che confermare la mia presenza anche quest'anno ed invitarvi a tutti a partecipare!!!>> (Giulio)

 

<<...una bellissima full-immersion nella musica barocca !!! Da pianista devo aggiungere che il clavicembalo è uno strumento affascinantissimo...misterioso...intrigante...E' molto interessante anche affrontare lo stesso repertorio sui due strumenti, organo e cembalo e conoscerne così le similitudini e differenze. Credo che ogni pianista, diplomato e non, dovrebbe partecipare ad un corso come questo.....ne trarrebbe sicuramente conoscenze molto utili per l'interpretazione di autori come Scarlatti, Bach, Galuppi, Frescobaldi ecc...>> (Lucia)

 

<<Tarquinia e' un posto veramente adatto per immergersi nella musica: la citta' con la sua antica storia, per la presenza della Civilta' Etrusca e la sua attuale struttura medievale e' ricca di atmosfere; oltre a questo, il panorama del mare che dista a soli 5 minuti di macchina la rende ancora piu' suggestiva; forse ho divagato troppo ma la cosa principale e' che il maestro del corso oltre ad essere accogliente e' molto preparato e ci sono diversi organi antichi nelle chiese che sono a disposizione dei corsisti oltre a due clavicembali e una spinetta : insomma per me e' stata una bellissima esperienza da rifare>> (Patrizia)

 

<<Il corso del Maestro Purchiaroni rappresenta un unicum nella vasta scelta di masterclass estive che trattano argomenti analoghi. Ci sono diversi motivi, la location innanzitutto, Tarquinia è un posto magico e incantato. Il corso di organo e clavicembalo, tenuto dal Maestro Purchiaroni, dà a chiunque la possibilità di confrontarsi con un repertorio vastissimo di musica bellissima ma, spesso -e aggiungerei ingiustamente-, troppo poco eseguita. Questa settimana di studio intenso e di lezione, che viene offerta dalla masterclass, mi ha permesso di comprendere meglio il modo corretto di eseguire un certo tipo di repertorio, con grande attenzione alla prassi filologica. La possibilità, inoltre, di poter affrontare quasi lo stesso repertorio su due strumenti affini, ma non uguali, garantisce all'allievo di capire le potenzialità del singolo strumento, i limiti e il modo corretto di come deve essere suonato. Volendo entrare ancor più nel dettaglio, gli organi della città di Tarquinia sono diversissimi fra loro e ognuno di essi ha il suo timbro e la sua connotazione stilistica. A Tarquinia, infatti, ci sono organi storici, tardo ottocenteschi, elettrici e meccanici e, questa grande varietà permette a chiunque di capire come, a parità di combinazioni di registri, ogni strumento è dotato di una propria anima le cui vibrazioni lo rendono lo strumento più bello di tutti, il RE degli strumenti.>>(Andrea)

Lavori in corso / work in progress

 

WORKSHOP MENSILE DI ORGANO E CEMBALO

LEZIONI NEI WEEK-END DA OTTOBRE A GIUGNO.

SCARICA IL PROGRAMMA!

ORGAN AND HARPSICHORD MONTHLY WORKSHOPS

LESSONS IN THE WEEK-ENDS FROM OCTOBER UNTIL JUNE.

DOWNLOAD THE SCHEDULE!

Programma in italiano
programma delle masterclass con calendario e distribuzione oraria
PROGRAMMAZIONE MASTERCLASS MENSILI DI OR
Documento Adobe Acrobat 44.6 KB
English version
masterclasses schedule
PROGRAMMAZIONE MASTERCLASS MENSILI DI OR
Documento Adobe Acrobat 69.3 KB
cartoline dal VI Corso Estivo 2018
cartoline dal VI Corso Estivo 2018
Cartoline dal V Corso Estivo 2017
Cartoline dal V Corso Estivo 2017
Postcards from 2016 Summer Masterclass
Cartoline dal IV Corso Estivo 2016

repertorio utile

suitable repertory

repertorio útil

Vai alla pagina che contiene una SELEZIONE DI MUSICHE adatte al corso, tutte da scaricare.

 

 

materiale didattico, link utili

Sito interessante, contenente gli Avvertimenti e i consigli di Frescobaldi, Fasolo, Banchieri, Trabaci, Mayone, Diruta Antegnati:

http://www.meantone.altervista.org/index.html

 

immensa biblioteca musicale digitale: Petrucci

 

 

Seguici su facebook 

I luoghi del Corso

Duomo di Tarquinia
Duomo di Tarquinia
organo  Nicola Morettini del 1879
organo Nicola Morettini del 1879

Scheda dell’organo Nicola Morettini del 1879:

Collocazione: sopra il portale d'ingresso in controfacciata su ampia cantoria, occupata a sinistra dal mantice, al centro della monumentale cassa decorata nel 1882 a spese dell’Arciprete Calvigioni, come recita l'iscrizione.

Nella parte interna dello sportello sinistro della cassa dell'organo c'è una scritta in corsivo a matita: “Davide Paoli/ da Campi Bisenzio/ Fabb.te d’Organi/ con l'aiuto di Pinzaglia/ 1° sacrestano dell/ Cattedrale ripararono/ l'anno 1934 - XII/ 2 - 8 - 934”

Registri: 34 pomelli a tiro su due colonne a destra, 18 sulla sinistra (registri di concerto e II tastiera) e 16 sulla destra (Ripieno, Basseria, Timpano, Gariglione). Le mascherine dei pomelli sono in ceramica bianca per la prima tastiera e blu per la seconda.

Facciata: tre campate a cuspide, la centrale più grande delle laterali.

Tastiere: due a finestra, con coperchio incernierato e piccolo leggio a ribaltina, di 58 tasti (Do1-La5) e modiglioni laterali su ambedue i piani, tasti diatonici ricoperti di osso e cromatici in ebano.

Divisione B/S Mi3-Fa3.

Pedaliera: 17 note Do1-Mi2, il Fa2 suona il Timpano e l'ultimo pedale unisce meccanicamente le due tastiere a incastro.


Fila sinistra             Fila destra

(I tastiera)            (I tastiera)

Viola B (8’)             I Principale B 

Violetta S (8’)         I Principale S (16’)

Fagotto (8’)             Principale B (8’)

Clarino (8’ ancia libera)     Principale S (8’)

Corno inglese (16’ S)     Ottava (4’)

F.to traverso (S)         Quinta (2 ⅔)

F.to armonico (S)         Soprottava (XV)

Ottavino (S)             Pieno (XIX)

Decimino (S)         Pieno (XXII)

Tromba S Pieno (XXVI)

Tromba B Pieno (XXIX) 


II Tastiera

Bordone B

Bordone S

Dulciana B

Dulciana S (registro aggiunto dopo il contratto)

Violoncello B

Salicionale S

F.to dolce (S, in aggiunta dopo contratto, al posto del Violino)


Pedale

Bombardone (16’)

Controbasso (16’, prime 5 canne tappate)

Ottava B

Timpano (ad ogni tuono, in legno)


Accessori

Gariglione (Do4-La5) 

Tiratutti: a manovella sopra i registri e con 2 pedaletti a destra dei pedali.

Tremolo: pedaletto a incastro e a introduzione graduale sulla sinistra (per il primo manuale).


Canne: 1100 canne di legno e metallo (“metallone di buona lega” sul contratto).

Somiere maestro sopraelevato, diviso in 3 sezioni come le campate, piccolo somiere per il Principale Bassi. Somiere di Basseria. Somiere II tastiera corpo unico a terra, dietro alle tastiere. Somiere timpani in tutti i tuoni a terra sotto la campata destra. Campanelli sotto al somiere maestro in corrispondenza delle ultime 2 ottave.

Mantice: unico a lanterna, alimentato da due pompe azionabili con sistema a pedali, presente un indicatore di livello in ferro uscente dalla cassa. Elettroventilatore presente.

Corista: La 435 Hz a 20° C e 65% di umidità relativa.

Pressione: 65 mm. in colonna d'acqua.

Stato di conservazione: funzionante con prestazioni minime. Necessità di un restauro conservativo.

chiesa del Suffragio
chiesa del Suffragio
organo C. Del Chiaro del 1870
organo C. Del Chiaro del 1870

Organo costruito da Camillo Del Chiaro nel 1870, come recita la punzonatura sul piede della canna centrale di Principale: “MDCCCLXX / A SPESE DELLA V. CONFRATERNITA / SUSSIDIATO DAL BENEMERITO / SIG.R CARDINAL QUAGLIA / PROTETTORE / E DELLE ELEMOSINE DI FRATELLI E SORELLE / CAMILLO DEL CHIARO / FECE / ESSENDO PRIMICERIO / GIUSEPPE COMMENDATORE DASTI” e un cartiglio stampato posto all’interno del somiere maestro, che riporta: “CAMILLO DEL CHIARO / FECE IN FABRIANO / NEL / 1870” (data manoscritta).

Collocazione: in controfacciata sopra la porta d’ingresso, in cantoria lignea sorretta dalla bussola, con parapetto curvilineo convesso al centro e concavo lateralmente decorato da specchiature e cornici dorate varie, colorata in linea con le pareti della chiesa.

Cassa: in legno addossata alla parete di fondo, decorata similmente alla cantoria, delimitata da paraste laterali con capitello dorato e sormontata da cornicione rettilineo decorato con dorature. È presente la tenda quaresimale a scorrimento verticale tramite corda.

Facciata: 25 canne, ad alta percentuale di stagno, del registro Principale 8’, a partire dal Do2. Unica campata a cuspide con ali laterali, labbro superiore a scudo, bocche allineate a profilo piatto. Alla base della mostra e anteriormente a essa, vi sono le canne dell’Oboè e del Fagotto.

Tastiera: a finestra di 52 tasti (Do1 - Sol5, con prima ottava corta), tasti diatonici leggermente più larghi del normale ricoperti in osso con frontalino piatto in legno e cromatici in legno tinto di nero. Listello frontale, telaio e modiglioni laterali sagomati in legno di radica chiara.

Pedaliera: a leggio di 18 tasti (Do1 - Sol#2, con prima ottava corta), costantemente unita alla tastiera. Il diciannovesimo tasto (La2) aziona il Tamburo acustico.

Registri: azionati da 15 tiranti a pomello in legno tornito, posti su due colonne a destra della tastiera su tavola apposita in noce (il tirante del Contrabbasso è a incastro). Cartigli originali a stampa e cartellini recenziori manoscritti a inchiostro bruno. 

Divisione dei registri in Bassi e Soprani Re/Mib centrali.


fila sinistra                fila destra

Voce Umana (S, 8’, calante)    Principale Basso (B, 8’)

Viola (B, 4’)                Principale Soprano (S, 8’)

Flauto Traverso (S, 8’)        Ottavino (ecte: Ottava, 4’)

Decimino (S, 13/5’)            Decimaquinta (2’)

Oboè (S, 8’)                Decimanona (XIX)

Fagotto (B, 8’)            Vigesimasesta (recte: XXII)

Contrabbassi (16’, pedale)        [XXVI]

                    [XXIX]


Ritornelli del Ripieno: XV sul Do#5, XIX sul Fa#4 e Fa#5; Vigesimasesta (recte: XXII) sul Do#4 e Do#5; [XXVI] sul Fa#3, Fa#4 e Fa#5; [XXIX] sul Do#3, Do#4 e Do#5. 

Accessori: Tiratutti a manovella posto sopra la tavola dei registri su apposito tassello a forma romboidale, in legno dipinto. Lo stesso Tiratutti è azionabile anche tramite due pedaletti, posti all’estrema destra della pedaliera: quello sinistro inserisce il Ripieno (dalla XV) e quello destro lo disinserisce. Al di sopra della pedaliera, in posizione centrale, sono presenti due pedaletti in legno (di tipo pianistico) a scorrimento verticale con incastro: quello sinistro azionava una cassa espressiva in cui sono contenute le canne di Viola (premendo il pedaletto si chiudeva); quello destro aziona la Terza Mano (premendo si inserisce).

Somiere: somiere maestro a tiro in legno di noce, chiuso da due ante (con un pomello tornito ciascuna) assicurate da 16 naselli; all’interno 52 ventilabri cuneiformi con doppia numerazione, molle in ottone, borsini in pelle con perlina in legno e guide laterali. Il somiere è foderato internamente da carta di colore verde. Somiere di basseria in legno di noce posto sul fondo chiuso da due ante (con un pomello tornito ciascuna).

Crivello: in legno, bocche delle canne metalliche al di sopra di esso.

Mantice: doppio a cuneo con 3 pieghe posto nel balconcino laterale destro guardando l’organo, tuttora funzionante con l’ausilio delle funi originali. Elettroventilatore montato nel 2010 dalla ditta Pinchi di Foligno nello stesso balconcino.

Trasmissione: meccanica sospesa per la tastiera, catenacciatura in ferro e ottone su tavola di riduzione; meccanica della pedaliera con catenacciatura su doppia tavola di riduzione azionante due meccaniche, una di unione costante col manuale e l’altra di rinvio della basseria; registri con meccanica a tiro in ferro e legno.

Corista: 322 Hz a 20 °C, pressione: 66 atmosfere.

Stato di conservazione: materiale fonico presente nella sua totalità e originale, l’organo è stato accordato recentemente per poter fare dei concerti ma è, nelle sue parti in legno, duramente attaccato dal tarlo e necessita di un restauro conservativo, che ripristini anche la cassa espressiva originale per il registro di Viola.

Santuario Madonna Ss. in Valverde
Santuario Madonna Ss. in Valverde
organo Angelo e Nicola Morettini del 1857
organo Angelo e Nicola Morettini del 1857

Organo costruito da Angelo e Nicola Morettini nel 1857, come da punzonatura sul piede della canna centrale del registro di Principale, e consegnato il primo agosto del 1858 ai frati agostiniani di San Marco, come scritto all’interno della cassa armonica: 


Expletum/ Deo opitulante ac Deipara/ sine labe concepta/ per Morettinum Perusinum/ qui ab inchoato perfecit/ die prima Augusti/ MDCCCLVIII


Un’altra iscrizione, aggiunta sotto, indica la revisione dello stesso Morettini nel 1862. All’interno del somiere appare la firma di Augusto Del Chiaro (figlio di Camillo, con laboratorio in Via Teatro Valle a Roma), che intervenne per una manutenzione ordinaria nel 1878. Dalla chiesa di San Marco venne asportato nel 1908 dall’organaro Paoli di Campo Bisenzio (Fi), per essere finalmente installato nella chiesa della Madonna Ss. di Valverde (da un’iscrizione all’interno della portella a sinistra della tastiera). 

L'organo, rimasto praticamente intatto, è stato restaurato e consegnato dalla ditta Giuseppe Fontana nel mese di maggio del 2018. Il 4 maggio è stato officiato il rito della benedizione dal Vescovo Marrucci, cui è seguito il concerto di inaugurazione da parte del sottoscritto.

Collocazione: in controfacciata sopra la porta d’ingresso, in cantoria lignea sorretta dalla bussola.

Cassa: in legno a unico fornice, addossata alla parete di fondo, decorata similmente alla cantoria. La tenda quaresimale, che presentava problemi di scorrimento, è stata tolta momentaneamente.

Totale canne: 774, di cui 145 ad ancia, per un totale di 25 registri.

Facciata: mostra a campo unico formate una cuspide alata di 23 canne di Principale più 52 di Tromba e Corno inglese. Labbro superiore a scudo, bocche allineate a profilo piatto.

Tastiera: unica a finestra di 52 tasti (Do1-Sol5) con prima ottava corta, di abete ricoperto di osso i diatonici e di ebano i cromatici. Modiglioni intagliati in noce.

Pedaliera: a leggio di 19 tasti (Do1-La2) in noce con prima ottava corta, costantemente unita alla tastiera. Il pedale del La aziona gradualmente due casse espressive che contengono il registro di Violino (ad ancia). Registri autonomi di Contrabbassi e Tromboni.

Registri: azionati da 25 tiranti a pomello tornito, con cartigli originali abbastanza leggibili, in doppia fila verticale sulla destra.


Fila sinistra             Fila destra

Voce Umana         Principale Bassi

Viola (B, 4’)            Principale Soprani

Violoncello (B)        Ottava

Flauto dolce (S, 4’)        Decimaseconda

Violino (S, ancia)        Decimaquinta (I rit. al tasto 34)

Flauto traverso 4’        Decimanona (I rit. al tasto 27, II rit. al t. 46)

Corno inglese (S)        Vigesimaseconda (I rit. al t. 22, II rit. al t. 41)

Ottavino (S, 4’)        Vigesimasesta (I rit. al t. 27, II rit. al t. 39)

Decimino (25 canne)    Vigesimanona (I rit. al t. 22, II rit. al t. 34, III rit. al t. 46)

Tromba soprana         Trigesimaterza (26 canne, I rit. al t. 15)

Bombardino (B, 4’)        Trigesimasesta (21 canne, I rit. al t. 10)

Trombone al ped.         Contrabbassi al ped.

[Gariglioni](20 campanelli)


Accessori: Tiratutti del ripieno (manovella sopra la registriera)

Pedale per l'espressione per il Violino

Gariglione (campanelli)

Divisione dei registri in Bassi e Soprani: Re/Mib centrali.

Crivello in legno di pino, bocche al di sopra.

Mantice: doppio a lanterna all'interno della cassa, 5 pieghe, coperte di abete, azionamento a mano tramite funi (conservato).

Elettroventilatore installato con il restauro (2018).

Trasmissione: meccanica sospesa, sia per la tastiera che per la pedaliera, tavola di riduzione composta da 52 braccetti in ferro battuto incernierati, tramite strangoli in ottone.

Somiere maestro a tiro, in noce, unica portella, unica guida in ottone e borsette in pelle, 57 separatori (del tipo a telaio) con 22 stecche/pettini.

Corista: 425 Hz a 18°C

Pressione: 63 mm in colonna d’acqua.

Temperamento: equabile.

Edizioni precedenti

Summer Masterclasses - Comments

 

<< I highly recommend this summer workshop for keyboard enthusiasts of all levels. I am a beginner and attended last summer’s course an had a wonderful time. I learned so much about baroque keyboard music and how to interpret a piece depending on whether I am playing a harpsichord or a pipe organ. Luca is an excellent instructor and makes you feel right home whether you speak Italian, Spanish or English. His mastery of the teaching, encouraging, and knowledge of this wonderful period of music is outstanding! The collegiality and support of fellow students is also very good, resulting in new friendships. Sign me up, see you all in August! Thank you Maestro Purchiaroni for the opportunity to attend again!>> (Carlos)